Sfogliata di salmone con funghi

Sfogliata di salmone con funghi

Il salmone spesso si unisce bene con i funghi e crea innumerevoli piatti mare e monti, con questa ricetta vedremo come realizzare delle piccole conchiglie di pasta sfoglia da offrire come antipasto o finger food ai vostri ospiti.
Scongelate la pasta sfoglia e stendetela con l’aiuto di un matterello su un piano di legno leggermente infarinato. Ricavate 6 dischi dal diametro di 18 centimetri l’uno oppure 12 da 9 centimetri a seconda di quante conchiglie vorrete preparare. Con la punta di un coltello, date 5 intagli a ciascun disco in modo da ricordare la forma di una conchiglia.
Accendete il forno a 220 gradi.
Adagiate i dischi di sfoglia su una placca da forno e ponetela nel forno già caldo a 220 gradi per 20 minuti.
Durante la cottura della pasta sfoglia, pulite i funghi porcini strofinandoli delicatamente con un panno pulito ed umido ed affettateli.
Affettate i porri puliti e senza la parte verde, fateli rosolare a fuoco basso in una padella con 50 grammi di burro.
Unite i funghi e cuocete per altri 10 minuti. Salate, pepate e tenete da parte al caldo.
In un’altra padella antiaderente larga sciogliete il restante burro e fate cuocere il pezzo di salmone per 10 minuti, bagnandolo con il vino bianco. Durante la cottura del salmone tritate l’erba cipollina.
Aggiungete i funghi, i porri, la panna, l’erba cipollina e cuocete per un paio di minuti cercando di spezzare, con un cucchiaio di legno, il salmone cotto in tante parti. Otterrete un composto saporito.
Tagliate a metà le conchiglie di pasta sfoglia, disponete il composto nella metà inferiore, coprite con la metà superiore e servite immediatamente.

Ingredienti per 6 persone

2 confezioni da 500 grammi di pasta sfoglia surgelata
300 grammi di funghi porcini
100 grammi di burro
mezzo bicchiere di vino bianco fermo e secco
400 grammi di salmone fresco
300 grammi di porri
150 grammi di panna da cucina
erba cipollina
sale e pepe

Se non riuscite a trovare l’erba cipollina fresca, fate rinvenire in una tazzina di acqua quella secca che si può acquistare in qualsiasi supermercato.
Se non avete funghi porcini freschi a disposizione, fare rinvenire quelli secchi mantenendo la stessa quantità ad idratazione avvenuta.